Dal cortile a Facebook e Twitter, in un libro dei sociologi Cava e Pira come il gossip diventa Social

Qual è il ruolo sociale del pettegolezzo? In che modo si è trasformato nel corso del tempo? Come lo studio del gossip può servire a rileggere le interazioni della società contemporanea?  Per rispondere a queste domande arriva in libreria “Social Gossip – Dalla chiacchiera di cortile al web pettegolezzo” (Aracne pagg 136 euro 10)

Un libro ripercorre la funzione so­cio-comunicativa del pettegolezzo interpretando i media come spazio pri­vilegiato del voyeurismo verbale. Due sociologi della comunicazione, Antonia Cava e Francesco Pira, sfidano il pregiudizio che lega il chiacchiericcio al frivolo, invitandoci a prenderlo sul serio. Attraverso l’analisi dei linguaggi televisivi e delle narrazioni del web il libro restitu­isce l’importanza dei rumor come pratica collettiva che coinvolge l’intero corpo sociale nella produzione di significati.

Il pettegolezzo – spiegano Antonia Cava e Francesco Pira – nel tempo ha cambiato forma, linguaggi, strumenti di trasmissione ed diventato soprattutto sui social network parte della costruzione della propria identità”.